Il vero lusso? Partorire in casa

parto in casaIn Italia il vero lusso è partorire in casa, altro che costosissime cliniche private. È questa l’ultima tendenza di una classe benestante che, nonostante la crisi, prova a rincorrere nuovi status symbol.

Il parto in casa, stando agli ultimi dati pubblicati, sarebbe uno dei più costosi nel nostro paese, con cifre che, per personale medico e attrezzature, possono superare molto facilmente i 3.000€, somme davvero difficili da mettere a bilancio per le famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese.

Ma poco importa, la moda è moda, e lo status symbol è lo status symbol. Nell’ultimo anno sono circa 6.000 i bimbi nati tra le pareti domestiche, e nonostante chi se lo può permettere si stia lamentando, la sanità nazionale non sembra avere alcuna intenzione di cominciare a coprire questo tipo di spese.

Una moda arrivata dall’America… a caro prezzo

Quella del parto in casa è una delle mode arrivate ultimamente dall’America, un continente dove partorire tra le mura domestiche è una realtà già da diversi anni, dato che garantirebbe alla donna una procedura più confortevole, soprattutto sotto il piano emotivo.

Farlo però non è semplice, e bisogna ricorrere a personale specializzato, a macchinari e attrezzature che non sono esattamente economiche.

3.000€ la media dei costi da affrontare per un parto del genere, un prezzo della tranquillità che il Servizo Sanitario Nazionale non ha nessuna intenzione, almeno per il momento, di democratizzare.

Sono soltanto 6 le regioni in Italia che al momento offrono un rimborso per questo tipo di costi, molte meno per intenderci di quelle che sembrano disposte a rimborsarvi invece il prezzo di un costosissimo parto in clinica privata.

C’è chi accusa la lentezza delle burocrazie, e chi, forse a buon diritto, accusa i non sempre limpidi rapporti tra amministrazioni pubbliche e strutture ospedaliere private.

Sta di fatto che il parto in casa è ormai una realtà, e che niente, nemmeno i prezzi proibitivi, impedirà alla classe media di ricorrervi, come simbolo di status e come sfacciata voglia di spendere per stare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Iolusso.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons